Le creme idratanti sono uno dei prodotti per la cura della pelle più comuni sul mercato. Anche chi si prende meno cura della propria pelle ha sicuramente una crema idratante in casa (anche se è scaduta). A volte è un passaggio che sembra troppo elementare e viene oscurato da altri prodotti, ma è molto più essenziale di quanto sembri!

La pelle sana è liscia, è priva di lesioni, non provoca disagio e i suoi pori sono appena visibili; e non c’è pelle sana se non è ben idratata. La pelle secca appare screpolata, sensibile ai danni, con fastidio (bruciore e dolore) e con tendenza all’infiammazione e al rossore. Vale la pena chiarire che, al di là dell’estetica, l’idratazione è fondamentale per molti dei processi svolti dalla pelle (funzioni di desquamazione, riparazione e barriera).

Innanzitutto, perché è così importante idratare la pelle?

L’idratazione è essenziale per il corretto funzionamento della pelle. Molti dei suoi processi naturali richiedono acqua:

  • Desquamazione cellulare: gli enzimi che causano la naturale maturazione e lo spargimento delle cellule morte più superficiali della pelle hanno bisogno di acqua per funzionare. La pelle disidratata non è in grado di sfaldarsi alla velocità prevista e questo rallentamento produce un accumulo di cellule morte sulla superficie. Questo è ciò che l’occhio umano vede come pelle secca, squamosa e ruvida.
  • Disidratazione è uguale a infiammazione: la disidratazione è associata all’attivazione di geni nell’epidermide che generano un aumento della produzione di citochine proinfiammatorie (proteine). Lo diciamo sempre: l’infiammazione è la fine comune di tutti i mali, la causa dei danni alla pelle e dell’invecchiamento. La prevenzione è essenziale!
  • Riparazione: un altro aspetto importante è che l’idratazione è essenziale per la riparazione e la guarigione delle ferite. Diversi studi hanno confrontato l’evoluzione delle ferite secche a contatto con l’aria, con quella delle ferite coperte da bende che assicurano un ambiente umido e idratato. Contrariamente alla credenza popolare, è stato dimostrato che l’uso di bende idratanti accelera il processo di guarigione e diminuisce anche il rischio di infezione.

Come fa la nostra pelle a rimanere idratata?

Il livello di idratazione dipende dalla funzione barriera dell’epidermide e, in particolare, dello strato corneo, il suo strato più superficiale.

Le risorse che la pelle ha per garantire l’idratazione sono:

  • Corneociti: sono le cellule morte che compongono lo strato corneo e formano una barriera fisica compatta che impedisce la perdita di acqua.
  • Fattore di idratazione naturale o Fattore di idratazione naturale (NMF): I corneociti contengono al loro interno un insieme di sostanze (aminoacidi, urea, lattato, potassio) che sono idratanti e igroscopici, cioè catturano e trattengono l’acqua da l’ambiente. Queste sostanze sono chiamate NMF e sono essenziali per mantenere l’umidità dello Stratum Corneum.
  • Lipidi della matrice extracellulare: se i corneociti sono dei mattoni, i lipidi della matrice extracellulare agiscono come il cemento che occupa gli spazi tra di loro. Formano una barriera impermeabile e prevengono la perdita d’acqua attraverso le cellule della pelle. Questi lipidi sono costituiti per il 50% da ceramidi e contengono anche colesterolo e acidi grassi liberi.
  • Agenti idratanti: Oltre all’NMF, altri componenti naturalmente idratanti presenti nella pelle sono:
  • Glicerolo: Umidificante ed emolliente, è secreto dalle ghiandole sebacee e raggiunge anche la pelle attraverso la circolazione sanguigna.
  • Acido Ialuronico: Presente nel derma e nell’epidermide, è una molecola igroscopica che fornisce turgore e idratazione. È in grado di assorbire acqua fino a 1.000 volte il suo peso! Catturato dai recettori CD44, stimola i cheratinociti e migliora la funzione barriera della pelle, aumentando la produzione di lipidi extracellulari.

Quali fattori causano la disidratazione?

La principale causa di disidratazione è un aumento della perdita di acqua attraverso l’epidermide, a causa di una scarsa funzione barriera. Lo stato di idratazione della pelle può essere oggettivato misurando la quantità precisa di acqua che l’epidermide lascia passare. Questo valore è chiamato perdita d’acqua transepidermica o TEWL (per l’acronimo in inglese Transepidermal Water Loss).

Ci sono fattori interni ed esterni che influenzano il funzionamento della barriera, aumentano il TEWL e provocano secchezza.

Fattori interni:

  • Bassi livelli di NMF e ceramidi, che diminuiscono nel corso della vita.
  • Diminuzione della produzione di sebo con conseguente diminuzione di Glicerolo.

Fattori esterni:

  • Esposizione ai raggi UV.
  • Ambienti molto secchi.
  • Uso eccessivo di detersivi e saponi.
  • Ingredienti irritanti come fragranze, oli essenziali e alcol (trovati così spesso nelle formulazioni dei prodotti cosmetici!).
  • Cattive abitudini del sonno.

Quali ingredienti compongono una crema idratante completa?

Idratanti rafforzano la barriera cutanea, abbassando il TEWL e migliorando così l’idratazione.

Consigliamo di scegliere creme idratanti che uniscano ingredienti idratanti, emollienti e riparatori.

  • Umettanti: attraggono e trattengono l’acqua dall’ambiente. Alcuni esempi sono Hydromanil TM ( Hydrolyzed Ceasalpinia Spinosa Gum, Ceasalpinia Spinosa Gum), NMF ( Sodio PCA, Glucosio, Urea, Acido Glutamico, Lisina, Glicina, Allantoina, Acido Lattico ) e Acido Ialuronico (Sodio Ialuronato, Acido Ialuronico Idrolizzato).
  • Emollienti: creano una barriera fisica che previene la TEWL. Alcuni esempi sono: Olio di Prunus Amygdalus Dulcis (Olio di Mandorla), Olio di Persea gratissima (Olio di Avocado) , Glyceryl Linoleate (and) Glyceryl Linolenate, Cyclomethicone, Dimethicone Crosspolymer, Cyclopentasiloxane, Cyclohexasiloxane.
  • Agenti riparatori: migliorano la barriera naturale della pelle, aumentando i lipidi extracellulari che circondano i corneociti. Alcuni esempi sono: Lecitina, Niacinamide, Ceramide NP , Olio di Prunus Amygdalus Dulcis (Olio di Mandorle), Olio di Persea gratissima (Olio di Avocado).

È la combinazione di questi tre tipi di ingredienti che rende una crema idratante più efficace.

Quali ingredienti suggeriamo di evitare?

È molto comune che i cosmetici contengano fragranze per migliorare l’esperienza sensoriale con il prodotto. Per quanto piacevole possa essere, la fragranza ha un alto potenziale di irritazione, quindi ti consigliamo di evitarla. Lo puoi trovare nella formula come Fragrance o Aroma, ma anche con nomi più innocenti come Eugenol, Cinnamal, Citral, Limonene, Linalool, ecc. Leggi tutto nel nostro post Fragranza in cosmesi: perché evitarla.

Con l’intenzione di evitare le fragranze sintetiche, molte marche includono olii essenziali (lavanda, arancia, menta, ecc.) nelle loro formule. Il problema è che hanno il potenziale per danneggiare la barriera cutanea in modo dose-dipendente. Scopri perché non tutti gli ingredienti naturali sono buoni e perché consigliamo di evitare i prodotti con oli essenziali.

Inoltre, consigliamo di evitare creme che contengano alcol tra i loro ingredienti. Nonostante renda il prodotto più fluido e volatile, danneggia la barriera cutanea.

Cosa caratterizza le nostre creme idratanti?

Un prodotto non è solo ciò che contiene, ma anche ciò che non contiene. Ecco perché le nostre creme idratanti sono prive di sostanze irritanti come profumi, oli essenziali e alcol.

Apri Chat
Salve, vuoi conoscere meglio questo prodotto? Chiedimi pure 🤗